Associazione Laima | Newsletter


donna erba

La Terra di Lei

Un percorso nell’economia per capovolgere il nostro sguardo sulle cose del Mondo
Workshop con Daniela Degan

4 Marzo 2017, Polo del ‘900, Torino
H. 9.30-18

Le premesse di questo lavoro partono dalla individuazione di alcune metafore che identificano la lettura di una storia tratta da un libro significativo “La morte della Natura”. Scrive Carolyn Merchant

“ E’ necessario capovolgere lo sguardo del mondo: scrivere di storia (e quindi di economia) da un punto di vista femminista significa rovesciarla, metterla sottosopra, guardare le strutture sociali dal basso verso l’alto, cambiare registro di valori.”

E le metafore sono:

 In principio era la Potnia/Natura/corpo delle donne/sacralità/immanenza: la Natura intesa come organismo vivente e di connessione con le cose tutte.

 L’eroe guerriero avanza sul suo cavallo e con le armi. I kurgan invadono le terre fertili dell’antica Europa. Sono i padri di una nuova visione del mondo. Uno dei quali, terribile, Achille la Bestia!

 La Natura, madre terra, alma madre viene trasformata in materia inerme sulla quale infierire con ogni strumento pur di ricavare ricchezza, senza alcun riguardo, senza alcun ritegno. Si perde la relazione con il sacro.

Per questo percorso, si farà riferimento agli studi moderni sul Matriarcato, alla visione di alcune donne pioniere nella loro ricerca come Marija Gimbutas, Riane Eisler. Ci avvarremo dell’utilizzo di alcuni scritti di storici ed economisti, di linguaggi mitologici, di modalità ludo-pedagogiche, di scritti sui temi della decrescita, di alcuni testi di scrittrici femministe, compresi romanzi.
I temi trattati possono essere così sintetizzati:

1. la critica femminista all’economia.
2. alle origini del dominio patriarcale/capitalistico.
3. studi sul matriarcato e sull’origine del patriarcato che sono apparsi nell’Ottocento, in seguito alle conseguenze della rivoluzione industriale. Marx e la teoria della accumulazione originaria e come è stata criticata da Rosa Luxemburg. Maria Rosa Dalla Costa sul ruolo dello sfruttamento del lavoro femminile nel capitalismo. Le ecofemministe tedesche, per la loro teoria dell’accumulazione originaria continua e la loro analisi della divisione sessuale del lavoro, per immergersi nelle questioni del presente (debito, finanza, disoccupazione, ecc.).

STRUTTURA DEL WORKSHOP

DURATA
Una intera giornata così suddivisa:

NELL’ETA’ DEL BOOMERANG (mattina) Contributi alla Teoria Critica del patriarcato. Studi Moderni sul Matriarcato.

IL CALIBANO E LA STREGA (pomeriggio) Le donne, il corpo e l’accumulazione originaria del capitale.

METODOLOGIA UTILIZZATA

Nella formazione proposta verrà utilizzata una modalità ludo-pedagogica. Giocare è cosa seria se ci permette di riprendere lo spazio e il tempo che ogni giorno ci viene rubato. In questo tempo di qualità del laboratorio esperienziale ricerchiamo insieme immaginari di cambiamento e di concetti ancora da

esplorare. Ristrutturare concetti, riannodare relazioni, riallineare le persone con il cosmo, per poter ritornare finalmente alla comunità umana da cui noi, attraverso la spinta dello sviluppo per lo sviluppo, ci siamo allontanati. I laboratori sono processi, con l’utilizzo di appositi strumenti, di tipo decisionale partecipato, che creano uno spazio e un tempo stra-ordinari, favorendo modalità auto poietiche e costruttive di eventi e azioni, momenti pratici di riscoperta della nostra radicata e innata capacità di distinguere, abitare, creare e attraversare le soglie di altri mondi possibili.

 
INFO E ISCRIZIONI

Workshop gratuito, richiesta tessera associativa Laima 2017 di 10 euro. 

POSTI LIMITATI:per iscriversi mandare una mail cliccando QUI (Attenzione ad inserire un indirizzo email corretto se no sarà impossibile rispondervi).

Tel. 340 6220363

 

LUOGO

POLO DEL ‘900

Via del Carmine, 14, Torino

vicinissimo a stazione Porta Susa

 

SCADENZA ISCRIZIONI 22 FEBBRAIO 2017

Con il Patrocinio di 

Logo-torino patrocinio

**************************************************************************

DanielaDeganDANIELA DEGAN, Laureata in economia e commercio. Vive e lavora a Roma.
Associazione Nazionale della Decrescita. Laboratorio Itinerante della Decrescita di Roma. Ricercatrice sui temi della decrescita economica, dell’economia alterativa e degli archetipi e miti del sacro femminile, della spiritualità della Dea Madre nel mediterraneo e in Europa, in una ipotesi di società gilaniche/mutuali. Ritiene che questi temi siano connessi sistemicamente. Formatrice sui temi della economia alternativa, della decrescita, delle metodologie partecipative volte al consenso, per le realta’ dell’Economia Solidale. Nel 2012 ha tenuto il laboratorio “Realizzare il futuro arcaico: la decrescita gilanica”, nella 3° Conferenza Internazionale sulla Decrescita di Venezia.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

News e eventi