Roma, 21 feb–I Doni della Volpe, Seminario con Morena Luciani Russo

“I DONI DELLA VOLPE”
Donne Buffone e la gioia sacra

dancing fox

SEMINARIO CON MORENA LUCIANI RUSSO
Sabato 21 febbraio 2015, ROMA
h.9.30-17.30

La volpe, come altri animali collegati alla saggezza femminile, quali serpenti e civette, ha assunto una forte connotazione negativa all’interno dell’immaginario comune.  La volpe è “furba”, maliziosa e nella letteratura sciamanica e nel folklore appare spesso come trickster, spirito o essere semidivino che si diverte a portare scompiglio nella vita delle persone con dispetti e tranelli.
Il fatto, però, che queste qualità negative, non ultima quella cristiana che vede  la volpe associata al diavolo, siano tutte stratificate dentro la cultura patriarcale dovrebbe far riflettere.
La sua capacità trasformatrice e camaleontica e quella di de-strutturare situazioni di stallo e apparentemente senza soluzioni è uno degli antichi doni che la volpe può nuovamente infondere nelle donne. La sua figura giocherellona può essere ricollegata a quella della “Buffona”, donna dell’antica cultura italica, di cui si ha testimonianza nella letteratura popolare, che era in grado di compiere azioni destabilizzanti durante veglie e funerali con la funzione di riportare equilibrio all’interno della comunità.  La volpe è considerata in molte culture una delle più potenti messaggere dei mondi invisibili e condivide con le donne la capacità sciamanica  di vivere in due mondi.

In questo seminario attraverso l’uso del tamburo e dell’arte rituale andremo a raccogliere i doni che la volpe può riportare nelle nostre vite. Alle donne intenzionate a partecipare verrà richiesto di preparare alcuni manufatti, in vista di ciò è bene iscriversi per tempo, in modo da poter preparare le cose con cura.

Tutte le partecipanti porteranno un tamburo oppure un sonaglio, lo strumento deve essere proprio e non prestato.

La lista dettagliata del materiale verrà inviata dall’insegnante al momento dell’iscrizione.

COLORO CHE LO DESIDERANO POTRANNO RICEVERE LA PRATICA DELLE 5 DAKINI fermandosi un’ora in più. Al fondo trovate  informazioni più dettagliate.

INFO E PRENOTAZIONI
scrivi QUI
tel 340 6220363

LUOGO:

IL CANTIERE, Via Gustavo Modena 92 ROMA (Trastevere)

CONTRIBUTO:

Per partecipare è richiesto un contributo di 50 euro/ 60 euro per chi non è in possesso della tessera associativa 2015

SCADENZA ISCRIZIONI 14 FEBBRAIO 2015

DOMENICA 22 FEBBRAIO, SEMPRE NELLO STESSO LUOGO, DALLE h-10 ALLE h.16, MORENA LUCIANI RUSSO E DANIELA DEGAN CONDURRANNO UNA CERCHIA GILANICA APERTA A UOMINI E DONNE DAL TITOLO “DE-STRUTTURIAMOCI!” PER INFO E DETTAGLI SCRIVERE A degadan@hotmail.com

———————————————————————————————

Morena Luciani Russo, è artista rituale, suonatrice di tamburo e libera ricercatrice nel campo delle  scienze sociali, con particolare attenzione al tema dello sciamanesimo e  all’antropologia del sacro femminile.

E’autrice di “Donne Sciamane”, Venexia 2012.

Laureata in antropologia presso l’Università degli Studi di Torino, è presidente dell’associazione culturale Laima che opera per promuovere la cultura matristica e contribuire a creare nuovi e più equilibrati modelli di esistenza.

Dal 2006 è allieva di Vicki Noble, da cui ha ricevuto alcune pratiche inerenti le Dakini, organizza cerchi di donne, cerchi gilanici e ha elaborato un percorso dal titolo”Donne, Tamburi e Stati di Conoscenza Sciamanica” in cui insegna alcune pratiche spirituali fondate sull’uso del tamburo e dell’arte rituale come vie di impoteramento e liberazione del femminile.

​————————————————————————————————

​LA PRATICA DELLE 5 DAKINI

Dakini è una parola sanscrita intercambiabile con il termine tibetano Khandro, che significa “donne che volano” o “donne che si muovono nello spazio” .

Le Dakini sono molteplici icone di libertà femminile e ognuna di esse rappresenta la mente universale “in azione”. La Dakini è colei che è capace di distruggere i nostri schemi e liberarci dai blocchi che opprimono la nostra esistenza.
Alcune Dakini sono divinità, altre prendono forma in corpi umani femminili al fine di liberare gli esseri che si sono persi nella confusione della vita in questo mondo.

In questa cerchia verrà trasmessa la meditazione delle 5 Dakini, antica pratica del Buddhismo tibetano, rielaborata da Vicki Noble, che la definisce come

“Un mandala per la salute e l’integrità, uno sciamanico “recupero dell’anima” in cui riportiamo a noi stesse quelle parti che sono andate perdute attraverso la distrazione, la dissipazione, la pigrizia, l’ansia, la rabbia, le interferenze negative o la violazione…”